ARTI, FITNESS E DIVERTIMENTO.

danze afro

Dilemma autunnale…

Dunque.

Le vacanze estive sono finite e siamo tornati tutti a casa, mogi mogi, per riprendere i nostri lavori quotidiani. Tra di noi ci sono quelli che sono hanno superato con la sufficienza scarsa la prova costume 2014, quelli che facevano la danza della pioggia per non mettere in mostra le maniglie dell’amore e quelli felici di aver shakerato il didietro zumbando in primavera per fare i fighi sul bagnasciuga. Ci sono le mamme sull’orlo di una crisi di nervi per la chiusura estiva delle scuole e i lavoratori che si sono bruciacchiati al sole, usando la Settimana Enigmistica per nascondere le loro ronfate da spiaggia!

Primo art blog b-move

Insomma, un po’ a rinf e un po’ a ranf, la primavera/estate 2014 è andata. Promossi, rimandati o bocciati, adesso siamo tutti di fronte al dilemma autunnale: ma io, in palestra, ci vado?? Mah, in fondo piove, ci penso l’anno prossimo, intanto mi iscrivo a un corso di cake design. Beh, in effetti non voglio che mi cada il didietro, quasi quasi ritorno a farmi quattro salti. Oppure no? E se poi coi muffin decorati ingrasso??

Indecisi autunnali, ora provo a convincervi una volta per tutte che andare in palestra significa soprattutto volere bene a sé stessi e fare qualcosa per combattere la monotonia (e perché no, pure la vecchiaia), non solo per dichiarare guerra alle maniglie dell’amore, ma e soprattutto per amare il proprio corpo e tenerlo “pulito” nello stesso modo in cui, ogni giorno, pulisco la mia casa, i miei vestiti, la mia mente.

E poi, diciamoci la verità, andare in palestra non significa necessariamente fracassarsi le gambe con ore ed ore di cyclette (noi neanche ce l’abbiamo! Siamo un insieme di corsi di danze, arti e discipline) o di allenamenti intensivi, potrebbe voler dire divertirsi al ritmo di musica, trovare nuovi amici, mettere alla prova sé stessi…ci avete mai pensato?

Spero di no, altrimenti io cosa ci sto a fare?? Cerco di attiravi qui con me, con noi, con insegnanti qualificati, che organizzano corsi divertenti, utili, sani, belli e chi più ne ha più ne metta…corsi fatti e pensati col cuore, prima ancora che con i muscoli.

E poi, alla fin fine, venire qui nella settimana di inaugurazione, cosa vi costa? Dal 15 al 20 settembre tutti i corsi (fitness o disciplina, senza distinzione) sono aperti al pubblico e gratuiti, per provare, sperimentare, trascinare vostro marito o vostra moglie, i vostri figli, buttare la suocera tra i patiti degli addominali a manetta o semplicemente provare le torte del buffet!!!

Dai dai dai che guardando gli orari e le lezioni mi sembra di sentirvi dire: “ma che roba ela la lesiu pipi?? Che nom el osti? La fom a la tualet???”…signore, la lezione P.P., pancia piatta, è la mia e sarò ben lieta di eseguirla insieme a voi. E ancora: “e chei che ula ndela foto?? Ie enfina mai al cuntrare, con la testa zo e le gambe per aria”…capoeira dite? Perché non avete ancora visto le mosse della danza afro! E dei balli country, e della sensuale danza del ventre, e dei shakeradidietro latino americani, e ancora e ancora e ancora…

Ma vi ho convinto a venire a trovarci o no? 🙂